DSC 0196

Ormai sai che Iscos Lombardia parteciperà alla Milano Marathon anche nel 2018. 

Vuoi far parte del nostro team e sostenere la costruzione di una casa per una famiglia povera del Perù attraverso il progetto #Run2Build? Puoi farlo! Puoi donare quello che vuoi o sostenere il progetto attraverso una tua campagna di raccolta fondi personale cliccando qui.

Oppure… le tue gambe fremono? Allora puoi correre e far parte del team con Giuanito, la nostra mascotte! Clicca qui per avere tutte le informazioni. 

…e… siccome non vogliamo che nessuno dei nostri runner si faccia male, ci siamo documentati e, grazie al blog di running post abbiamo trovato il decalogo a misura di runner.

rapporto FAO

È uscito nei mesi scorsi il nuovo rapporto sulle prospettive alimentari della FAO (Crop Prospects and Food Situation) che rileva quanto conflitti, inondazioni e siccità influiscano sull'insicurezza alimentare. Sono infatti 37 i Paesi che attualmente devono affidarsi a risorse esterne per cercare di soddisfare la loro richiesta di cibo e, in questo scenario, i conflitti, cause di molte carestie, hanno giocato un ruolo fondamentale.

se tutta lafrica

Il nostro consiglio del mese di dicembre è un libro: “Se tutta l'Africa” di Ryszard Kapuściński. L'autore descrive il periodo di rottura della storia dell'Africa, la decolonizzazione, attraverso dieci reportage narrativi apparsi tra il 1962 e il 1966 sul settimanale “Polityka”.

runner mulatto

Segnatevi sull’agenda l’8 aprile 2018! In quell’occasione ISCOS Lombardia parteciperà a Milano Marathon per sostenere il progetto Run2Build, con l’obiettivo ridurre gli effetti devastanti “invasiones”: una vera e propria migrazione di massa dalle campagne alle periferie delle città, costruendo una casa per una famiglia che altrimenti sarebbe costretta a vivere in condizioni poco salubri.

Potete trovare maggiori informazioni sul progetto cliccando qui.

8695 Cuccettepersignora 1302316900

Il consiglio di lettura di questo mese è “Cuccette per signora” di Anita Nair, scrittrice indiana che, nel suo romanzo, delinea uno spaccato della condizione della donna nel suo Paese. Bengalore, Akhila è una single quarantacinquenne confinata per tutta la vita a vivere il suo ruolo di zia, figlia, sorella e per la prima volta sta per realizzare uno dei suoi gradi sogni: prendere un treno da sola. 

5174

Ross Kemp racconta: “Ciò a cui ho assistito non è altro che schiavitù moderna, in cui i migranti sono trattati come merci. Sembra che nulla sia cambiato rispetto a trecento anni fa, quando le tribù del deserto sfruttavano la stessa rotta per portare gli schiavi in Africa settentrionale: alle donne nigeriane viene raccontato che andranno in Italia per lavorare come domestiche solo per essere poi portate in bordelli deserti, senza alcuna idea di quando possano andarsene, i giovani uomini vengono crudelmente picchiati e tenuti prigionieri finché la famiglia non paga un riscatto e le donne sono obbligate ad usare metodi contraccettivi per evitare di restare incinte per colpa dei contrabbandieri.

Newsletter 17 10

Una campagna contro il lavoro forzato nelle fornaci di mattoni del Pakistan. 
Anche Iscos Lombardia sostiene “Nessuno sia più schiavo” lanciata da Avvenire, Focsiv e Iscos nazionale contro il lavoro forzato nelle fornaci di mattoni in Pakistan. Abituati a lavorare oltre 12 ore al giorno, i lavoratori delle fornaci costituiscono un esercito di oltre 2,3 milioni di persone. Sono per la maggior parte indù e cristiani, le minoranze religiose del Paese.

2675000 full lnd

A fine settembre, Human Rights Watch ha pubblicato il suo ultimo report sulle condizioni di vita dei lavoratori immigrati in Qatar. Il report registra che le regole riguardanti la protezione dei lavoratori dal caldo e dall’umidità sono ancora inadeguate. Centinaia di lavoratori stanno morendo ogni anno, ma il Qatar si rifiuta di fornire dati ufficiali.

babylon sisters g
Il film che vi consigliamo questo mese, Babylon Sister di Gigi Roccati, è appena uscito nei cinema ed offre un piccolo spaccato, senza alcuna pretesa di essere esaustivo, della realtà immigratoria di Trieste.
Kamla, una bambina indiana, si trasferisce con la sua famiglia a Trieste e va a vivere in un palazzo abitato da cinesi, croati, turchi ed un unico italiano. Queste persone condividono tutte lo stesso destino: essere sfrattati. 
 

María Kiara

Rieccoci ad aggiornarvi sui progetti che ci state aiutando a realizzare… Sì, avete letto bene, i progetti, perché da qualche mese è partito ufficialmente, grazie all'apporto di FNP Lombardia, anche “Bienvenidos amigos, ¿cómo están?” a sostegno della casa di Santa Teresita.

rohingya in fuga

Barconi e profughi non riguardano solo il Mediterraneo. Sono oltre 380mila i Rohingya  che in meno di tre settimane sono arrivati  in gruppo sulle rive del fiume Naf a bordo di piccoli pescherecci per lasciare la Birmania alla volta del Bangladesh.

the true cost

Siamo ormai a settembre e l'estate è finita, così come i saldi. Magari anche tu hai aspettato un po' ad acquistare quel vestito che ti piaceva perché pennellato addosso a te ma troppo costoso. Oppure stai già pensando alla nuova stagione e hai già adocchiato quel capo che assolutamente non potrà mancare nel tuo armadio. Ma… cosa c'è dietro a tutto questo?

 

Aperitivo solidale e cinema con Iscos Lombardia.
Questa volta vi prendiamo per la gola e vi aspettiamo in Via Vida 10 a Milano, nella sede dell'Iscos Lombardia alle ore 18.00 dell'11 settembre.

BIANCO FIORE NERO

Approderà l'11 settembre al Labour Film FestivalBianco fiore Nero” il documentario di Elisa Bucchi e Nicola Bogo prodotto da Iscos Emilia Romagna che racconta la complicata filiera del fiore reciso che si spinge ben oltre i confini europei e arriva in Etiopia e Kenya.