cover made in china blur 900x215

 

11 giugno a Città del Capo h 20.30 si sfideranno Uruguay e Francia.

Città del Capo è la bellissima capitale legislativa del Sudafrica: uno scenario unico al mondo, tra l'oceano e la Table Mountain, un clima temperato e un'atmosfera cosmopolita la rendono una della città più visitate e vivibili al mondo.

 

Ma cosa sappiamo di questi due paesi?

In Uruguay il PIL pro capite è di 9.650 dollari mentre in Francia è di 32.800 dollari.


11 giugno, h 16.00 a Johannesburg si sfideranno Sud Africa e Messico

Johannesburg è talvolta ancora chiamata con il suo nome zulu, Egoli, che significa 'luogo dell'oro'. Nella città e nei suoi dintorni è stato trovato il 40% dell'oro estratto in tutto il mondo.

 

Cosa sappiamo di questi due paesi?

In Sud Africa le persone che vivono con meno di 2 dollari al giorno sono il 43% e il tasso di disoccupazione raggiunge il 23%, mentre il Messico ha un tasso di emigrazione pari al 9% che vede la maggior parte dei migranti lasciare il proprio paese per cercare migliori condizioni economiche soprattutto negli Stati Uniti.

 

Riassumendo i Mondiali 2010:

 

32 squadre partecipanti:

Europa: 13 squadre

Americhe: 8 squadre

Africa: 6 squadre

Asia: 3 squadre

Oceania: 2 squadre.

 

 

  1. Una reale fotografia del Messico nelle sue contraddizioni:

Tra paesaggi mozzafiato, in un paese che possiede oltre 60 lingue indigene tutt'ora parlate, ricco di cultura e di storia, il Messico vive oggi una profonda contraddizione tra le sue meraviglie e la violenza che dilaga per l'intero Paese.

Come porto turistico la sua posizione geografica lo colloca in due zone ben distinte separate dal Tropico del Cancro dove poter viaggiare dallo stato di Chihuahua, dove si registrano temperature che possono toccare i -20°C a quello del deserto di Sonora, dove si possono superare i 45°C.


FIBA@LFUTURO - Newsletter su Etica e Sociale

2012
       FIBA@LFUTURO numero 7 - SETTEMBRE 2012
2011
       FIBA@LFUTURO numero 8 - DICEMBRE 2011
       FIBA@LFUTURO numero 7 - NOVEMBRE 2011
       FIBA@LFUTURO numero 6 - OTTOBRE 2011
       FIBA@LFUTURO numero 4 - MAGGIO 2011
       FIBA@LFUTURO numero 3 - MARZO 2011
       FIBA@LFUTURO numero 1 - GENNAIO 2011
2010
       FIBA@LFUTURO numero 5 - NOVEMBRE 2010
       FIBA@LFUTURO numero 4 - OTTOBRE 2010
       FIBA@LFUTURO numero 3 - LUG/AGO 2010
       FIBA@LFUTURO numero 2 - GIUGNO 2010

Clicca sul "numero" di tuo interesse per leggere la newsletter.

Un'agile pubblicazione realizzata in collaborazione con la rivista Valori e i bancari Cisl

 

 

Di fronte a speculazioni finanziarie che in una notte sono capaci di bruciare somme tali che potrebbero bastare a sfamare i poveri del mondo, occorre acquisire maggior consapevolezza e conoscenza dei meccanismi che regolano il funzionamento della finanza, comprese le enormi storture da essa prodotte. Per questo l'Iscos Lombardia, in collaborazione con la rivista Valori e la Fiba, ha realizzato "Finanza: kit di sopravvivenza". Una pubblicazione divulgativa con un duplice obiettivo: far comprendere i principali meccanismi finanziari, inclusi quelli speculativi; far familiarizzare con i principali termini finanziari che vengono ormai correntemente usati.

 

 

 

 


Il bisogno di nuove regole per non sprecare risorse

 

Milano, 20.4.2011

Dalla crisi scatenata con Lehman Brothers ai mutui subprime fino al ruolo del sindacato nelle questioni di finanza etica. L'incontro "Dalla speculazione allo sviluppo sostenibile: può esistere una finanza etica?", organizzato da Iscos Lombardia giovedì 14 aprile, ha stimolato il dibattito sulla responsabilità sociale tanto degli individui quanto delle organizzazioni, prima fra tutte il sindacato. Con un sistema che divora continuamente risorse come quello capitalistico, non poteva mancare una riflessione sulle trasformazioni da compiere e sui freni da porre al sistema finanziario diventato ormai "una variabile indipendente non più al servizio dell'attività economica ma strumento di creazione del denaro fine a se stessa" come ha affermato il direttore della rivista "Valori" Andrea Di Stefano.

Una scelta di dignità

 

5xmille avvenire

Sostieni la cooperazione internazionale e la promozione del lavoro dignitoso destinando il tuo 5x1000 a ISCOS.
Con il 5x1000 per ISCOS ci permetti di continuare a realizzare progetti a sostegno dei diritti umani, sviluppo socio-economico, lavoro dignitoso, giustizia sociale e diritti sindacali in Asia, Africa, America Latina, Est Europa e bacino del Mediterraneo e in Italia.


Anche tu puoi fare molto e non ti costa nulla. Ti basta scrivere il codice fiscale di ISCOS 97028820583, nello spazio già presente sulla tua dichiarazione dei redditi e apporre la tua firma.

Guarda il video promozionale: 5x1000 all'Iscos - per portare nel mondo l'Italia migliore.