Il prossimo 11 marzo Iscos Lombardia promuove un evento a conclusione del progetto, portato avanti insieme a Iscos Emilia Romagna in Mozambico, “Rights for Youth”.

Nonostante negli ultimi 20 anni il Mozambico abbia vissuto un periodo di grande crescita economica, l’incremento dei posti di lavoro non è stato altrettanto importante. Il progetto è, quindi, volto a favorire l’occupazione giovanile nella regione di Tete.

Attraverso corsi di formazione professionale e sindacale, 80 giovani hanno potuto crescere professionalmente acquisendo competenze che gli permetteranno di iniziare una propria attività o essere assunti dalle aziende che lavorano sul territorio.

La tavola rotonda dell’11 marzo vedrà esposti e discussi i risultati di una ricerca svolta parallelamente al progetto e che analizza le dinamiche economiche e le ricadute sociali dei grandi investimenti nella regione. Una fotografia di come l’impatto delle multinazionali, presenti da 20 anni in Mozambico ne abbiamo radicalmente modificato il tessuto economico e sociale.

L’evento si svolgerà a Casa della Cultura in via Borgogna 3 a Milano, dalle 14.30 alle 17.30. Dopo una breve introduzione di Marta Valota (direttrice Iscos Lombardia) e Sarah Alessandroni (Iscos Emilia Romagna, verranno discussi i risultati dello studio dalla ricercatrice Chiara Spatafora, con gli interventi del professor Mario Zamponi (docente dell’Università di Bologna) e di João Feijó (coordinatore consiglio tecnico OMS). Modera il tavolo Cristiana Fiamingo (docente dell’Università di Milano).

In chiusura del progetto, il 2 aprile è prevista a Tete una conferenza a cui parteciperanno autorità locali e istituzioni preposte alle politiche sul lavoro, con al centro il tema dell’occupazione nel contesto dei grandi investimenti sul territorio.