sindacalista birmano

Un'iniziativa di solidarietà tra strutture e categorie della CISL con il sindacato birmano

 “Dobbiamo lavorare all'unisono per raggiungere il nostro obiettivo” ha detto la leader del movimento per la democrazia birmana Aung San Suu Kyi una volta libera dopo vent'anni di lotta e di arresti.


 L'esortazione sembra essere stata colta senza alcuna esitazione da Iscos e dal Dipartimento Internazionale Cisl che, con la campagna “Adottiamo un/una sindacalista birmano/a”, hanno raccolto la richiesta di aiuto del FTUB, il sindacato birmano, impegnato da anni a rafforzare la propria attività e presenza all'interno del paese.

La Birmania è un paese martoriato da decenni di violenta dittatura e dominato dal 1988 da un regime militare che governa il paese imponendo l'arbitrio come modalità di governo attraverso il lavoro forzato, gli stupri nei confronti delle donne dei villaggi, la deforestazione e le grandi opere infrastrutturali, che continuano a provocare ingenti danni ambientali, e la sanguinosa opposizione nei confronti della popolazione.

Con questa campagna Iscos e il Dipartimento Internazionale Cisl chiedono alle strutture un sostegno per il sindacato locale FTUB nella difesa dei diritti dei lavoratori e delle lavoratrici birmane. Un contributo di alto valore simbolico che rafforza ulteriormente i rapporti e la collaborazione della della Cisl con il sindacato birmano, con cui sono stati già realizzati alcuni progetti che, seppur piccoli, hanno prodotto importanti risultati organizzativi come la formazione professionale di giovani lavoratori e lavoratrici fuggiti in Thailandia per favorire il loro inserimento nel mondo del lavoro.

L'organizzazione di questa campagna di solidarietà viene seguita dall'Iscos e dal Dipartimento Internazionale CISL che potete contattare ai fini organizzativi.

Iscos Lombardia aveva sostenuto nel passato un progetto di istruzione per i figli dei profughi birmani in Tailandia (Mae Sot) in collaborazione con Iscos Nazionale e il sindacato birmano clandestino FTUB (Federation of Trade Unions Burma).

Per donazioni:

"Adottiamo un sindacalista o una sindacalista birmana"

un impegno mensile pari a € 100

c/c intestato a ISCOS SOLIDARIETA' (BANCA POPOLARE ETICA)

IBAN: IT 48J 05018 03200 000000101547

Causale: Adotta un Sindacalista Birmano

Video Promozionale

contentmap_plugin